Soluzioni

Consigli per un blog aziendale di successo

Creando un blog individuale è possibile generare costantemente nuovi potenziali clienti della vostra azienda.

Che cos'è un blog aziendale?

Il weblog di un'azienda, noto anche come blog aziendale, è uno strumento del content marketing. L'obiettivo è aumentare la visibilità e aumentare il traffico sul sito web. Gli articoli del blog aziendale trattano argomenti rilevanti per l'azienda e riguardano i propri prodotti e servizi. È importante acquisire l'arte di non fare pubblicità diretta, ma di raccontare storie intorno ad essa.

Che cos'è un blog aziendale?

Il weblog di un'azienda, noto anche come blog aziendale, è uno strumento del content marketing. L'obiettivo è aumentare la visibilità e aumentare il traffico sul sito web. Gli articoli del blog aziendale trattano argomenti rilevanti per l'azienda e riguardano i propri prodotti e servizi. È importante acquisire l'arte di non fare pubblicità diretta, ma di raccontare storie intorno ad essa.

Quale contenuto appartiene a un blog aziendale?

Su un blog di proprietà dell'azienda, potete scrivere storie e articoli circa i vostri servizi e prodotti. L'azienda stessa può comunque essere al centro dei contenuti. È possibile ad esempio presentare singole aree, lasciare che i dipendenti intervengano e mettere in evidenza notizie dell'azienda. Inoltre, le aziende possono pubblicare campagne o articoli specifici del settore in cui hanno esperienza e nelle varie aree tematiche. Indipendentemente dal tema, tutti gli articoli mirano ad aumentare l'accesso alla pagina e generare nuovi potenziali clienti. A tal fine, i contributi sul blog aziendale possono essere dettagliati. I servizi di microblogging, come Twitter o Tumblr, sono adatti solo per brevi aggiornamenti.

Perché un blog risulta un ottimo strumento per qualsiasi azienda?

Ogni azienda dovrebbe beneficiare di blog imprenditoriali. Con il blog aziendale si crea un profilo capace di colpire il pubblico acquisendo nuovi clienti. I vantaggi includono:

  • Un blog aziendale diviene automaticamente pubblicità gratuita.
  • Contenuti costantemente nuovi assicurano una solida presenza sul web.
  • Un blog ha un effetto positivo sulla classifica nei motori di ricerca.
  • I contributi definiscono il target grazie alle domande e alle esigenze.
  • Gli utenti troveranno ulteriori collegamenti (interni ed esterni) ad argomenti a cui sono interessati.
  • Gli articoli svelano le soluzioni che risolvono i problemi dei lettori.
  • Nella migliore delle ipotesi, avrete guadagnato nuovi clienti in poco tempo.

Come si crea un blog aziendale?

Prima di iniziare a creare il blog, serve  una buona pianificazione. Impostate il pubblico e pensate agli argomenti e ai contenuti dei quali  scriverete in seguito. Dovrà essere definito anche il ritmo dei testi del blog. Un calendario editoriale inoltre fornisce una panoramica.

A chi mira il blog aziendale?

Il blog ha esito positivo solo se il target è chiaro. Chi dovrebbe leggere il vostro blog aziendale? Solo coloro che conoscono i lettori e le loro esigenze possono pubblicare i contenuti appropriati. L'analisi del target si basa sugli obiettivi e sulla strategia di content marketing. È importante definire i lettori nel modo più preciso possibile capendo a chi rivolgersi in base al pubblico che si vuole coinvolgere generando futuri potenziali clienti. Scoprirete i vantaggi qui di seguito durante il blog - se pensate a una persona specifica durante la scrittura, è più facile rispondere ai desideri del pubblico. Il blog può riferirsi a più target di persone. Se si rivolge a paesi di destinazione diversi con lingue diverse, sarebbe meglio configurare più blog.

Cosa scrivere sul blog?

Uno studio approfondito è alla base di ogni blog aziendale di successo. Prima di partire con il blog bisogna avere un progetto e pensare alla struttura. Gli articoli individuali rendono difficile per l'utente navigare fino alla pagina o trovare ciò che sta cercando. Quindi considerate quali categorie si adattano alla vostra strategia di contenuti. Sono argomenti, servizi e prodotti specifici o entrambe? Dalle categorie dipende la struttura dei siti Web, in modo che i lettori acquisiscano il contenuto velocemente e trovino più semplice la navigazione. Tutti gli articoli del blog devono essere suddivisi in categorie. L'argomento definirà l'approccio dell'utente e lo stile di scrittura. Gli aggiornamenti, le responsabilità e il controllo qualità fanno parte della strategia.

Con quale frequenza dovreste pubblicare contenuti?

Pubblicare un solo nuovo post in alcuni mesi ed esclusivamente informazioni statiche non è sufficiente per un blog aziendale di successo. La parola d'ordine è pubblicare con regolarità contenuti sempre nuovi. Impostate il vostro ritmo e seguitelo con costanza, ad esempio, postate uno o due nuovi articoli ogni settimana. Per il buon funzionamento del processo di marketing, è necessario pensare agli argomenti in anticipo. Questo si può fare seguendo un un calendario editoriale. Oltre al titolo o all'argomento, il piano d'azione editoriale comprende anche la categoria, il target e una breve descrizione. È importante anche considerare chi dovrebbe scrivere l'articolo e, naturalmente, quando è previsto che venga pubblicato. Con un piano d'azione editoriale, avete a portata di mano tutte le informazioni importanti, potete pianificare eventi come anniversari aziendali o post per le vacanze.

Potete pubblicare affari privati sul blog aziendale?

I segreti aziendali, le storie personali e le foto imbarazzanti dei dipendenti sono materiale assolutamente vietato nei blog aziendali. Ad ogni modo esistono alcune eccezioni. Le storie e i volti dell'azienda infatti creano una sorta di vicinanza emotiva durante la lettura. Trasmettono un senso di esclusività e legano gli utenti all'azienda. Quando si selezionano gli argomenti è necessario dimostrare sensibilità e mettere in luce la propria filosofia aziendale. Ad esempio, una società di viaggi può mettere in evidenza collegamenti personali con il paese di destinazione pubblicizzato, mentre un ristorante può parlare dei suoi piatti facendo riferimento al fornitore.

Cos’è giusto nel blog aziendale

Probabilmente siete già stati in grado di trovare informazioni sia nei forum che negli articoli specialisti. Il blog deve essere corretto e scorrevole il più possibile. Qui entrano in gioco gli operatori di marketing.   Si occupano di rendere il blog intuitivo pubblicizzando il prodotto in maniera logica.

SEO: è importante per il blog imprenditoriale?

L'ottimizzazione dei motori di ricerca è fondamentale per un blog aziendale. Dopo tutto, l'obiettivo primario è attirare l'attenzione dei nuovi lettori sull'azienda. Se il vostro blog si posiziona bene nei motori di ricerca tra gli argomenti che interessano il vostro target, aumenta la visibilità. Per la classifica sono decisivi il posizionamento di parole chiave e fattori tecnici e il contenuto. Pubblicate contenuti stimolanti per i lettori e cercate di trattenere gli utenti sul vostro sito il più possibile. Questa strategia mette in moto un processo che prende in considerazione i dati nell'algoritmo per la classificazione e vi spinge verso l'alto ogni volta che viene registrato un maggiore traffico di dati. Questo effetto è praticamente infinito e rende il content marketing così efficiente a lungo termine.

Quanto è costoso un articolo per un blog aziendale?

Si dice che un blog aziendale sia effettivamente pubblicità gratuita. Questo è vero, ma solo in misura limitata. Naturalmente, il blog è legato alle risorse. Se queste non sono disponibili in azienda, l'outsourcing può essere una buona idea. Se avete già realizzato un briefing, la creazione di un testo esterno per gli articoli del blog risulta economica e facile da calcolare. Soprattutto se ordinate regolarmente testi. È possibile lavorare direttamente con liberi professionisti del settore o collaborare con un'agenzia specializzata come greatcontent. A seconda di ciò che sceglierete e a seconda del settore, della lunghezza dei testi e del livello di qualità desiderato, nonché del livello di difficoltà, riceverete contenuti con un prezzo massimo di 0,02 euro a parola.

Come si crea un calendario editoriale?

È possibile creare un calendario editoriale in Excel o con le tabelle in Word. Ciò è spesso sufficiente, soprattutto per le piccole imprese. I dati vengono condivisi tramite un cloud o una rete aziendale così tutti i dipendenti possono accedervi facilmente. Questa azione risulta ancora più intuitiva con i modelli presenti in rete. È possibile adattare i fogli pre-impostati alle specifiche esigenze dell'azienda. Strumenti come Edit Flow, Divvy HQ, Co Schedule, trello, Asana e molti altri consentono un editing flessibile dei processi editoriali e risultano buoni anche per strutture più complesse. Le rappresentazioni chiare sotto forma di calendari offrono una panoramica. Inoltre, liste di controllo e pratici promemoria sono spesso integrati.

Un blog aziendale è utile, divertente e genera nuove entrate!

Parlate con i nostri esperti per trovare la giusta strategia di comunicazione per voi. 

Inizia il tuo progetto